News

Arte, intelligenza e umiltà nei Quaderni Orceani

Ecco i volumi dedicati all'anesone e ai maestri Beneduci e Arminio

Le eccellenze artistiche e imprenditoriali, frutto delle famiglie più laboriose, che hanno saputo esportare nel resto d'Italia, come all'estero, idee e prodotti “made in Orzinuovi” sono oggetto di ricostruzione storica ed evocativa negli interessanti volumi della collana “Quaderni Orceani”. Un progetto editoriale di Nuova Orceania nato in occasione della Fiera 2016, con il successo del libro dedicato “La Famiglia Tironi. L'epopea del miele”, che torna in occasione della 69^ edizione, dal 31 agosto al 4 settembre, con i quaderni “Buon degli Orzi è l'Anesone” e “Beneduci e Arminio. A regola d'arte”.

Dalla magica ricetta dell'anesone ai preziosi intarsi dell'arte lignea orceana
Nel primo volume, che verrà presentato in Rocca lunedì 4 settembre alle 9.30, Giorgio Ferrari ripercorre le origini e gli sviluppi del celebre Anesone Triduo, indiscutibilmente nato a Orzinuovi nell'800 – il quaderno riporta proverbi, brani e documenti ufficiali, che coinvolgono anche il primo ministro Zanardelli - in un peculiare intreccio che unisce l'imprenditorialità delle distillerie Reboldi e Giovanni Rossi a più antiche storie di alchimia orceana.
Angelo Beneduci e il suo genero Ermenegildo Arminio, nelle pagine firmate da Katia Arminio e Gian Mario Andrico, sono i protagonisti del secondo inedito dei “Quaderni Orceani”, raccontato in Rocca lunedì 4 settembre alle 16.30. Due personalità votate all'arte di disegnare, intagliare e creare pregiate opere in legno, ammirate in chiese ed edifici storici di tutta Italia, che hanno sempre saputo mantenere massima umiltà, nonostante una notorietà andata anche oltre i confini nazionali. La storia della bottega orceana, che ha cresciuto altri interessanti maestri del territorio, termina con un capitolo dedicato a Lino Andrico, definito dal figlio Gian Mario “l'ultimo artista artigiano”.

Valorizzare il patrimonio socio-culturale di Orzinuovi
Un percorso letterario e storico che riporta alla memoria famiglie e vicende orceane, sottolineando al contempo l'umiltà di chi ha saputo offrire, con intelligenza e discrezione, valore aggiunto alla nostra Orzinuovi. Un'apprezzata collana che vede lo staff di Nuova Orceania già all'opera per una quarta pubblicazione, “L'epopea degli Stanga”, che vedrà la luce in autunno ma offre un “assaggio” in fiera, nell'area tematica Auto e Motori, con alcuni prototipi delle mitiche “Sette macchine Stanga”.
Questi quaderni risulteranno un piccolo grande mosaico del nostro paese. Mi riferisco al mosaico dell'ingegno e della bellezza degli umili. Hanno vissuto, lavorato con un senso morale di speranza verso il futuro, cresciuto con dignità le loro famiglie” leggiamo in una delle prefazioni firmate dal sindaco di Orzinuovi, Andrea Ratti.



Galleria fotografica

Arte, intelligenza e umiltà nei Quaderni OrceaniArte, intelligenza e umiltà nei Quaderni OrceaniArte, intelligenza e umiltà nei Quaderni OrceaniArte, intelligenza e umiltà nei Quaderni Orceani